logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Contratti di locazione, I canoni non percepiti dal 1° gennaio 2020 non sono tassati

Contratti di locazione, I canoni non percepiti dal 1° gennaio 2020 non sono tassati

Con l’intervento del legislatore, prima con il Decreto Crescita relativamente ai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo stipulati a decorrere dal 1° gennaio 2020, e ora con il Decreto Sostegni dove all’art. 6 septies estende l’ambito applicativo dell’agevolazione in esame non più limitata ai soli contratti stipulati dal 1° gennaio 2020, ma ai canoni derivanti dai contratti di locazione di immobili non percepiti a decorrere dal 1° gennaio 2020

Con l’introduzione delle nuove disposizioni, i contribuenti potranno applicare la detassazione anche sui canoni di locazione relativi a contratti di locazione stipulati prima del 1° gennaio 2020, purché la mancata percezione sia comprovata dall'intimazione di sfratto per morosità o dall'ingiunzione di pagamento.

Tale nuova possibilità, quindi, può essere applicata già nelle dichiarazioni dei redditi relative al periodo 2020 in fase di attuale elaborazione.

Se il contribuente ha già presentato il modello dichiarativo potrà procedere e presentarne uno correttivo a favore.

La modifica legislativa deve essere accolta con favore, anche considerando che si inserisce nell’ambito delle misure previste per venire incontro alle esigenze finanziarie dei soggetti che locano immobili ad uso abitativo nell’attuale difficile situazione economica a causa della pandemia da Covid.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.