logo-ARPE
Home Speciali tecnici Contatti

Revoca dell’amministratore: la mediazione è obbligatoria

access_time 17 Aprile 2018

La Cassazione rigetta la decisione dell’assemblea dei condomini di approvare comunque i bilanci consuntivi presentati tardivamente e confermare la nomina del professionista

access_time 1 Marzo 2018

Un curioso dato di ordine sistematico emerge dalla Riforma della normativa condominiale del 2013: da un lato, si registra indubbiamente un aumento dei poteri in capo all’amministratore, ma, dall’altro, il condominio si rivela sempre più “assemblearizzato”, nel senso che risulta sempre più importante e rilevante il ruolo rivestito dall’assemblea.

access_time 23 Ottobre 2017

Curare la tenuta (e l’aggiornamento) del registro dell’anagrafe condominiale coinvolge profili molto delicati della realtà condominiale

access_time 4 Settembre 2017

La legge di Bilancio 2017 ha previsto l’obbligo di tracciabilità per i pagamenti fatti dai condomìni per le prestazioni concernenti contratti di appalto di opere o servizi.

access_time 9 Maggio 2017

L’atto è da considerarsi illegittimo se non è comunicato al contribuente, trattandosi di un presupposto imprescindibile per l’impugnabilità dello stesso

access_time 8 Maggio 2017

L’approvazione del rendiconto è il momento per valutarne l’operato dell'amministratore

access_time 10 Aprile 2017

La mancata adozione di misure di consolidamento dello stabile da parte dell’assemblea, convocata per decidere al riguardo, potrebbe esporre l’amministratore a responsabilità anche di natura penale

access_time 10 Aprile 2017

Dal 1998 il condominio è diventato per il fisco “sostituto d'imposta” e in quanto tale è tenuto a importanti adempimenti fiscali: effettuare e versare le ritenute di acconto, ogni qualvolta corrisponda compensi in denaro o in natura soggetti alle ritenute stesse con rilascio e invio della relativa certificazione, nonché presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770).

access_time 27 Gennaio 2017

La legge 11 novembre 2012 n. 220, non ha solo riformato l’istituto condominiale, ma ha anche cercato di rimuoverne le carenze emerse nel corso degli anni, quali, ad esempio, la poca trasparenza negli incassi e nei pagamenti effettuati dagli amministratori di condominio

access_time 26 Gennaio 2017
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutti i mesi ARPENews con notizie su condominio, attualità e giurisprudenza:

mail_outline

Proseguendo accetti l'informativa Privacy.